Introduzione sezioneRelazione Previsionale e Programmatica - RPP

Relazione Previsionale e Programmatica - RPP

La Relazione Previsionale e Programmatica - RPP, istituita con la L. 21 Agosto 1949 n. 639 e successive modificazioni ed ulteriormente disciplinata dall' art. 15 della L. 5 Agosto 1978 n. 468 e successive modificazioni, si compone di due sezioni. La prima, curata dal Dipartimento del Tesoro, è relativa al contesto economico generale entro il quale il Governo introduce la manovra finanziaria. Contiene analisi di pre-consuntivo dell'economia italiana relative all'anno in corso e previsioni macroeconomiche e di finanza pubblica per l'anno successivo e per il medio termine. La seconda sezione, curata dal Dipartimento della Ragioneria Generale dello Stato e concernente le previsioni di finanza pubblica per il periodo compreso nel bilancio pluriennale, contiene l'analisi delle decisioni assunte in materia di bilancio, illustra la struttura del disegno di legge finanziaria e ne valuta gli effetti. La RPP, approvata dal CIPE e successivamente dal Consiglio dei Ministri, è presentata al Parlamento entro il 30 settembre unitamente al Disegno di Legge Finanziaria. La RPP è accompagnata da Relazioni sulle Leggi Pluriennali di Spesa, corredate da un Quadro Riassuntivo (Relazione Previsionale e Programmatica - Allegato relativo allo stato di attuazione delle leggi pluriennali di spesa). Nel 2006 la competenza della redazione dell'Allegato è passata dal Dipartimento del Tesoro al Dipartimento della Ragioneria Generale dello Stato.

La RPP viene pubblicata fino al 2009. Con l’entrata in vigore della L. 31 Dicembre 2009 n. 196, la RPP è stata abrogata.

Contenuti correlati