Introduzione sezioneRelazione generale sulla situazione economica del Paese - RGE

Relazione generale sulla situazione economica del Paese - RGE

La Relazione Generale sulla situazione economica del Paese - RGE, istituita con la L. 21 agosto 1949 n. 639, illustra l’andamento dell’economia italiana nell’anno precedente. La RGE è un documento di natura consuntiva, composto tradizionalmente da tre volumi, che illustrano in maniera dettagliata ed esaustiva l’andamento dell’economia italiana nell’anno precedente a quello di presentazione. La RGE rappresenta il documento programmatico più “antico” della nostra Repubblica, insieme alla Relazione Previsionale e Programmatica - RPP.

La struttura del documento, pur avendo nel tempo subito varie modifiche, fino al 2009 ha mantenuto la seguente impostazione.

Nel primo volume viene analizzata, in due appositi capitoli, l’evoluzione dell’economia internazionale e dell’economia italiana, con una appendice statistica dedicata alla contabilità nazionale. Il secondo volume è composto da tre sezioni. Nella prima vengono raccolte le informazioni relative alla formazione del prodotto da parte delle varie branche produttive - agricoltura, industria, servizi - la sua distribuzione e l’azione delle Amministrazioni Pubbliche; si analizza l’impiego delle risorse disponibili per la spesa delle famiglie e per gli investimenti sia privati che pubblici, nonché lo sviluppo economico territoriale e l’intervento dello Stato a favore delle aree sottoutilizzate. La seconda sezione analizza la situazione del mercato del lavoro e del sistema di protezione sociale. Per quanto riguarda il primo aspetto, vengono trattati gli indicatori demografici, la formazione del capitale umano, le politiche dell’impiego, la contrattazione collettiva nel settore privato e pubblico. Successivamente si esamina la situazione economico-patrimoniale degli Enti previdenziali, nonché i principali dati relativi all’assicurazione obbligatoria e all’assistenza sanitaria. La terza sezione è incentrata sui dati di finanza pubblica (che rappresentano un estratto della Relazione Trimestrale di Cassa presentata contestualmente). Vengono esposti i risultati relativi ai conti finanziari del settore statale e degli enti pubblici esterni a tale settore: Regioni, Province, Comuni, Sanità, Enti Previdenziali ed altri minori. Sono infine commentati i bilanci di competenza delle Amministrazioni Pubbliche. L’ultimo volume contiene un’ampia appendice statistica su tutti gli argomenti trattati nel secondo volume.

La Commissione per il riordino della RGE, istituita con la L. 7 Aprile 2011 n. 39, ha valutato nuovi criteri di stesura e riforma del documento. In particolare, i termini di presentazione della RGE sono posticipati, a partire dal 2012, da marzo ad aprile.

Contenuti correlati