Introduzione sezioneComitato per il Sostegno Finanziario Pubblico all’Esportazione

Comitato per il Sostegno Finanziario Pubblico all’Esportazione

Il Comitato per il Sostegno Finanziario Pubblico all’Esportazione è stato istituito, in sostituzione del preesistente Comitato di cui al decreto del Ministro dell'economia e delle finanze del 13 febbraio 2015, n. 3245, ai sensi del comma 9 sexies dell’articolo 2, recante “Misure per il sostegno all'esportazione, all'internazionalizzazione e agli investimenti delle imprese”, del decreto legge 8 aprile 2020, n. 23 che ha modificato i commi da 9 a 9-octies dell’articolo 6 del decreto-legge 30 settembre 2003, n. 269.

 

Il Comitato è co-presieduto dal Direttore Generale del Tesoro, o da un suo delegato, e dal Direttore generale competente del Ministero degli affari esteri e della cooperazione internazionale ed è composto da sei componenti nominati con decreto del Ministro dell'economia e delle finanze, sulla base delle designazioni effettuate, rispettivamente, dal Ministero dell'economia e delle finanze, dal Ministero degli affari esteri e della cooperazione internazionale, dal Ministero dell'interno, dal Ministero dello sviluppo economico, dal Ministero della difesa e dal Ministero delle politiche agricole, alimentari e forestali.

 

Le funzioni del Csfpe consistono nel:

  • deliberare, su proposta di SACE, il piano annuale di attività di cui al comma 9-bis del medesimo articolo, nonché il sistema dei limiti di rischio (Raf);
  • verificare la conformità delle operazioni deliberate da Sace che siano potenzialmente in grado di determinare elevati rischi di concentrazione del portafoglio complessivamente assicurato da Sace e dal Ministero dell’economia e delle finanze verso singole controparti, gruppi di controparti connesse o paesi di destinazione , rispetto alle previsioni di cui al Piano di attività, al RAF, alla Convenzione ed ai limiti indicati al comma 9-bis dell’articolo 6 del decreto-legge 30 settembre 2003, n. 269, al fine di esprimere il parere di competenza per l’autorizzazione prevista dall’articolo 6, comma 9-ter, del decreto-legge 30 settembre 2003 n. 269, da rilasciarsi, su istanza di Sace, con decreto del Ministro dell’economia e delle finanze;
  • esaminare la documentazione e le informazioni relative all’andamento delle operazioni a cui si riferiscono gli impegni assunti dallo Stato ed ogni altra documentazione che reputi necessaria ai fini dello svolgimento delle sue funzioni ed ai fini del funzionamento del sistema di sostegno pubblico all'esportazione e all'internazionalizzazione, con capacità di formulare proposte.

 

Le funzioni di segreteria del Comitato sono svolte dalla Direzione VI del Dipartimento del tesoro.

Contenuti correlati