Il Dipartimento del Tesoro

Rapporto 2012
  • 2012
  • A cura di

Il presente Rapporto illustra le analisi condotte sui dati delle partecipazioni dichiarate dalle Amministrazioni Pubbliche al Dipartimento del Tesoro per l’anno 2012 nell’ambito del progetto “Patrimonio della PA”, avviato per la rilevazione annuale delle componenti dell’attivo delle Amministrazioni Pubbliche finalizzata alla redazione del Rendiconto patrimoniale a valori di mercato1 ai sensi dell’art. 2, comma 222, periodi undicesimo e seguenti, della Legge n. 191 del 2009 (Legge Finanziaria 2010).
Il Progetto rappresenta, per ampiezza e complessità, uno strumento innovativo e strategico. La conoscenza sistematica e puntuale degli asset del patrimonio pubblico rappresenta un elemento indispensabile per orientare le decisioni di politica economica e per innescare un processo di valorizzazione e di sviluppo della redditività. La gestione efficiente del patrimonio pubblico, da realizzarsi con la collaborazione e la condivisione di obiettivi e principi tra tutte le Amministrazioni, può giocare infatti un ruolo importante per il contenimento del deficit, la riduzione del debito pubblico e la crescita economica del Paese. Al termine della rilevazione dei dati per l’anno 2012 sono state censite 8.146 società e sono state individuate 36.125 partecipazioni da parte delle Amministrazioni pubbliche. La risposta delle Amministrazioni è stata positiva e, in generale, più ampia di quella ottenuta nelle precedenti rilevazioni, sebbene occorra proseguire nell’attività di sensibilizzazione e coinvolgimento di quelle più piccole. E’ stato registrato, infatti, un tasso di adempimento del 100% per le Amministrazioni più grandi (Agenzie Fiscali, Enti di Previdenza, Università, Regioni, e Comuni con più di 250.000 abitanti), del 99% per le Province, del 71% per i Ministeri e Presidenza del Consiglio dei Ministri, del 90% circa in media per i Comuni di medie dimensioni (tra 50.000 e 250.000 abitanti), mentre il tasso medio di risposta per i Comuni medio-piccoli si è attestato intorno al 50%, in crescita rispetto alla precedente rilevazione (40%). Da sottolineare, inoltre, in termini di adempimento (sotto forma di invio dati o dichiarazioni di non detenzione), la sensibile crescita delle Altre Amministrazioni Centrali2 che hanno registrato un tasso di risposta del 60%, in forte aumento rispetto al 17% del 2011.