Introduzione sezioneIstruzioni per le Fondazioni e le Associazioni riconosciute che presentano domanda per la prima volta

Istruzioni per le Fondazioni e le Associazioni riconosciute che presentano domanda per la prima volta

Le Fondazioni e le Associazioni riconosciute che intendono accedere ai contributi devono avere i seguenti requisiti:

  • avere come scopo la prevenzione dell’usura. Tale scopo deve risultare dall’atto costitutivo e dallo statuto;
  • essere iscritte nell'elenco tenuto dal Ministero dell’Economia e Finanze;
  • avere inserito nello statuto i criteri di meritevolezza, riferiti allo stato di bisogno ed alla situazione patrimoniale dei soggetti richiedenti la garanzia;
  • possedere un patrimonio minimo di:
    • € 25.822,84 per le Associazioni indipendentemente dall’ambito di operatività;
    • € 51.645,69 per le Fondazioni con competenza operativa circoscritta all’ambito di una sola provincia;
    • € 106.291,38 per le Fondazioni con competenza operativa circoscritta all’ambito di una sola regione;
    • € 258.228,45 per le Fondazioni interregionali.

Le Fondazioni e le Associazioni riconosciute che intendono beneficiare dei contributi pubblici per la prima volta devono inviare una domanda con le seguenti indicazioni:

  • ammontare del contributo richiesto;
  • numero del conto corrente bancario sul quale accreditare il contributo, specificando la banca, la sede, la filiale o lo sportello;
  • ambito di operatività.

Alla domanda deve essere allegata la seguente documentazione:

  • domanda di iscrizione all’elenco tenuto presso il MEF;
  • copia conforme all’originale dell’Atto Costitutivo e dello Statuto;
  • decreto di riconoscimento della personalità giuridica;
  • dichiarazione sostitutiva dell’atto di notorietà del rappresentante legale, del Presidente e del Vice-presidente, nonché di tutti coloro con poteri di amministrazione, direzione o controllo circa i requisiti di onorabilità e di professionalità di cui agli artt. 2 e 3 del D.M. 6 agosto 1996.

La domanda e gli allegati vanno inviati entro il 31 marzo di ogni anno all’indirizzo pec dt.dir5.antiusura@pec.mef.gov.it

Contenuti correlati