Introduzione sezioneFinancial Stability Board - Fsb

Financial Stability Board - Fsb

FSB - Financial Stability BoardIl Financial stability board (Fsb) è un organismo internazionale istituito in occasione del summit del Gruppo dei venti (G-20) tenuto a Londra nell’aprile 2009, come evoluzione del già esistente Financial stability forum (Fsf), allo scopo di promuovere la stabilità del sistema finanziario internazionale, migliorare il funzionamento dei mercati finanziari e ridurre il rischio sistemico, attraverso lo scambio di informazioni e la cooperazione internazionale tra le autorità di vigilanza, le banche centrali e le principali organizzazioni sovranazionali. In tale organismo sono rappresentati oltre alle giurisdizioni del G20 (rappresentati dai ministeri delle finanze, dalle banche centrali e dalle autorità di mercato), anche Svizzera, Singapore ed Hong Kong. Sono membri del Financial stability board anche: la Commissione europea, la Banca centrale europea, il Fondo monetario internazionale, la Banca mondiale, l’Ocse ed alcuni standard setting bodies (tra cui il Comitato di Basilea e l’International organization of securities commissions). Ha la propria sede a Basilea, presso la Banca per i regolamenti internazionali (Bri).

L’organo decisionale del Fsb, è il Plenary, composto dai rappresentanti dei paesi membri. Si riunisce almeno due volte l’anno; riunioni straordinarie possono essere convocate dal Presidente ogni volta che le circostanze lo richiedano. Le istituzioni italiane membri della Plenary sono il Ministero dell’Economia e delle Finanze, la Banca d’Italia e la Consob.

Allo Steering committee compete l’attuazione delle decisioni assunte dal Plenary; è lo stesso Plenary a determinarne la composizione, in modo da realizzare un corretto equilibrio tra rappresentanza ed efficacia operativa.

 

Il Presidente del Fsb è nominato dal Plenary con mandato triennale, rinnovabile una sola volta. Convoca e presiede le sedute del Plenary e dello Steering committee; rappresenta il board nei confronti degli interlocutori esterni; gli spettano tutte le decisioni e gli atti necessari a raggiungere gli obiettivi del Fsb, nell’ambito degli orientamenti definiti dal Plenary.

 

L’Fsbè poi articolato in Standing committee e gruppi di lavoro.

Contenuti correlati