Introduzione sezioneEducazione Finanziaria

Educazione Finanziaria

La promozione dell’educazione e dell’inclusione finanziaria rappresentano un’importante attività del Dipartimento del Tesoro.

 

L’Italia, come emerge da diverse indagini condotte sul tema, è un Paese con un basso livello di alfabetizzazione finanziaria, non adeguato alla complessità delle scelte da effettuare nel quotidiano e durante tutto l’arco della vita. In questa ottica le conoscenze economiche e finanziarie di base sono sempre più necessarie. Gli enormi cambiamenti che stanno avvenendo in tutti i paesi e, in particolare nei paesi sviluppati, non hanno una natura temporanea, sono strutturali e duraturi e hanno profonde ripercussioni sull’economia e sulle piccole e grandi decisioni che ciascun cittadino è chiamato a compiere nel corso della vita, rendono indispensabile che gli individui, giovani e adulti, abbiano un insieme di conoscenze e competenze finanziarie diverse rispetto al passato.

 

Le crisi finanziarie degli ultimi anni hanno reso esplicito il costo per l’individuo di scelte finanziarie sbagliate e hanno anche evidenziato che, quando i costi diventano molto alti e toccano ampie fasce della popolazione lo Stato è chiamato a intervenire, con conseguenze su tutti i contribuenti e, nei casi più gravi, sulla stabilità finanziaria.

 

Si tratta di una fragilità culturale che, come le ricerche confermano, ha effetti potenzialmente negativi sul benessere dei singoli e sul sistema-paese nel suo complesso.

 

Questa consapevolezza è stata sicuramente un importante stimolo all’introduzione di strategie nazionali.

 

Nel 2017 è stato istituito il Comitato per la programmazione e il coordinamento delle attività di educazione finanziaria, con il compito di promuovere, programmare e coordinare iniziative di sensibilizzazione utili a diffondere tra la popolazione conoscenza e competenze finanziarie, assicurative e previdenziali e migliorare la capacità di fare scelte coerenti con i propri obiettivi e le proprie condizioni.

 

La sua missione si traduce, dunque, nella necessità di far conoscere ad una più ampia platea di cittadini concetti e contenuti, formulati in un linguaggio semplice, e fare in modo che questi diventino nel tempo parti di una conoscenza condivisa e consapevole.

 

La segreteria tecnica del Comitato opera presso il Dipartimento del Tesoro.

 

In linea con la visione della strategia nazionale elaborata dal Comitato per la programmazione e il coordinamento delle attività di educazione finanziaria, il Ministro dell’Economia e delle finanze, di concerto con il Ministro dell’Istruzione, dell’università e della ricerca ha adottato, sentito il parere favorevole del Parlamento, un Programma contenente le principali iniziative per il triennio 2017-2019.

Contenuti correlati