Introduzione sezioneRegolamentazione professioni e servizi finanziari

Regolamentazione professioni e servizi finanziari

Il Dipartimento del Tesoro, in qualità di amministrazione competente per la regolamentazione del Sistema Bancario e Finanziario, si occupa di coordinare la formulazione e l’aggiornamento di tutta la normativa sugli intermediari finanziari, inclusa l’attività di concessione di credito al consumo e la determinazione dei requisiti previsti per l’esercizio delle diverse professioni del settore.
Si tratta di un settore che ha subìto negli ultimi anni numerosi interventi legislativi e cambiamenti, ancora in fase di completamento, con una diversa attribuzione delle competenze in materia rispetto al passato.

 

Attività di vigilanza, tenuta degli Elenchi, verifiche e cancellazioni

Oggi, al di là di alcune transitorie attività ancora in capo al Dipartimento del Tesoro (come ad esempio la tenuta del ruolo unico e del ruolo speciale degli agenti di cambio o la cancellazione dagli elenchi degli intermediari finanziari ex art. 106), la tenuta degli elenchi, le relative verifiche e cancellazioni, nonché l’attività di vigilanza e formazione dei professionisti del settore è oggi di competenza di altre amministrazioni, in particolare:

  • della Banca d’Italia per quanto riguarda gli intermediari finanziari
  • dell'Organismo degli Agenti e dei Mediatori - Oam, istituito nel 2010 (Decreto Legislativo 13 agosto 2010, n. 141) e competente in via esclusiva ed autonoma per la gestione degli elenchi degli agenti in attività finanziaria e dei mediatori creditizi (in una sezione speciale dell’elenco dedicato agli agenti in attività finanziaria sono iscritti anche gli agenti che prestano esclusivamente i servizi di pagamento)

Contenuti correlati