Il Dipartimento del Tesoro


Risposte

  • Cosa sono i Pronti contro Termine?

    I pronti contro termine (anche detti Repo), sono contratti in cui un venditore cede a pronti in cambio di denaro uno o più titoli e contemporaneamente si impegna a riacquistarli in data futura dallo stesso acquirente ad un prezzo prestabilito. La differenza tra il prezzo a pronti ed il prezzo a termine, rapportata al prezzo a pronti, rappresenta il tasso del contratto Repo.

    Inizio


  • Quali sono le diverse tipologie di contratto?

    Esistono due tipi di contratto: General Collateral (GC) e Special Repo (SR). Nel primo caso, il titolo oggetto di scambio è scelto tra i titoli appartenenti ad una stessa classe che costituiscono uno specifico basket al quale è associato un tasso GC. In questo caso, non è importante quale titolo viene scelto perché è sostituibile con altri dello stesso basket ed la ragione dello scambio non è costituita dal titolo ma dallo scambio di cash. Il tasso GC è, di norma, un tasso più alto rispetto al tasso dei contratti SR, nei quali, invece, lo scambio di un titolo specifico costituisce l’obiettivo principale del contratto.

    Inizio


  • Quali scadenze sono previste per le singole operazioni?

    I Repo sono operazioni a breve termine che hanno, di norma, durata compresa tra un giorno e un anno. La gran parte delle operazioni concluse sul mercato si effettuano sulle scadenze ad un giorno, sebbene volumi importanti si registrano fino alle scadenze ad uno/due mesi.

    Il Tesoro intende concludere prevalentemente operazioni su scadenze dove è presente sufficiente liquidità nel mercato. In ogni caso la durata delle singole operazioni sarà valutata di volta in volta tenendo conto delle condizioni di mercato e delle esigenze di gestione della liquidità.

    Inizio


  • Qual è l’obiettivo principale di tale attività per il Tesoro?

    L’operatività Repo svolta dal Tesoro rappresenta uno strumento che va ad arricchire le modalità di svolgimento dell’attività di cash management. Il Tesoro può operare sia in raccolta, per gestire eventuali esigenze di cassa temporalmente limitate, sia in impiego in modo da investire sul mercato monetario possibili eccedenze di liquidità. In aggiunta alle finalità di gestione di cassa, il Tesoro, potrà effettuare operazioni Repo anche per fornire liquidità a specifici titoli che temporaneamente si trovino in situazioni di scarsità sul mercato secondario.

    Inizio


  • Quali sono i principali vantaggi di tali operazioni?

    Diversi sono i benefici dell’utilizzo delle operazioni Repo. Innanzitutto, l’ampia platea delle controparti attive nel mercato garantisce una gestione efficiente della liquidità, anche in virtù delle ricorrenti condizioni di mercato nelle quali i titoli di Stato possano aver bisogno di ulteriore liquidità, sebbene per periodi di tempo limitati. Inoltre, l’ampio range di scadenze a disposizione permette una gestione della liquidità flessibile ed in linea con le esigenze contingenti della Tesoreria.

    Inizio


  • Quali altri benefici si possono trarre indirettamente da tale attività?

    L’attività in Repo può essere funzionale a supportare l’attività dei market makers nella gestione del mercato secondario, contrastando fenomeni di scarsità dei titoli di stato oggetto delle negoziazioni.

    Inizio


  • Come opera il Tesoro nel mercato?

    Il Tesoro, attraverso emissioni dedicate, costituisce un portafoglio di titoli di Stato, finalizzato ad effettuare esclusivamente operazioni Repo. Tali operazioni possono avere la funzione di raccolta di liquidità, ottenuta a fronte di un trasferimento temporaneo alla controparte della titolarità del titolo di Stato oggetto del contratto. Possono essere altresì svolte operazioni di impiego nelle quali i titoli di Stato rientrano nel portafoglio del Tesoro, come garanzia del prestito in denaro concesso alle controparti interessate. Nello svolgimento dell’operatività Repo, il Tesoro interviene nel mercato in maniera neutrale, garantendo l’ordinario svolgimento delle negoziazioni e la regolare formazione dei prezzi.

    Inizio


  • Quali sono i titoli oggetto di scambio nelle operazioni Repo?

    Il portafoglio è costituito attraverso le emissioni di ulteriori tranche di titoli in circolazione del comparto BTP ed eventualmente, in futuro, anche di BTP€i e CCTeu.

    Inizio


  • Su quali mercati il Tesoro effettua le operazioni Repo?

    Le operazioni Repo sono concluse sulla piattaforma telematica MTS Italy - Segmento Repo, l’unico mercato telematico regolamentato all’ingrosso dei titoli di Stato italiani gestito dalla MTS S.p.A. e autorizzato con D.M. 30 giugno 1998, ai sensi del Testo unico della Finanza (TUF). Tali operazioni sono inoltre garantite dalla Cassa Compensazione e Garanzia (CC&G) che agisce in qualità di controparte centrale. Non è però escluso lo svolgimento di operazioni bilaterali da regolare su MTS Repo e, a seguito della sottoscrizione di specifici accordi, anche senza controparte centrale.

    Inizio


  • Cos’è MTS Repo?

    MTS Repo è la principale piattaforma elettronica dedicata alla negoziazione in tempo reale di contratti Repo nella zona dell’Euro. La sua capillarità, dovuta all’ampio numero di partecipanti (oltre 100 investitori professionali, tra cui istituzioni e banche), garantisce una significativa liquidità del mercato.

    Inizio


  • Quali vantaggi si traggono dall’utilizzo di MTS Repo?

    La piattaforma MTS Repo ha il vantaggio di essere un mercato estremamente liquido e offre la possibilità al Tesoro di beneficiare di contratti standardizzati su un ampio ventaglio di scadenze. Inoltre, dispone di una struttura tecnologica sicura ed efficiente e, insieme al gruppo societario di cui fa parte, offre diversi servizi di post-trading.

    Inizio


  • Quali altri soggetti sono coinvolti nelle operazioni?

    Gli altri soggetti coinvolti nelle operazioni Repo sono Banca d’Italia (BI), Cassa Compensazione e Garanzia (CC&G) e Euronext Securities Milan:

    • BI agisce come settlement agent per conto del MEF e svolge, inoltre, un servizio di back office per la gestione delle operazioni e per l’attività di costituzione del portafoglio titoli dedicato all’operatività in pronti contro termine;
    • CC&G garantisce il buon esito delle operazioni e svolge il ruolo di controparte centrale evitando che il Tesoro sia esposto al rischio di inadempienza della controparte contrattuale. Per tutelarsi dal rischio assunto, raccoglie garanzie (margini) proporzionali al valore dei contratti e al rischio ad essi associato;
    • MT svolge il ruolo di custody dei titoli del Tesoro utilizzati per l’operatività Repo in un apposito conto segregato, li movimenta e ne cura il regolamento sulle piattaforme Target (T2 e T2S).

    Inizio


  • Con quali modalità può essere stipulato un contratto Repo sulla piattaforma MTS?

    I contratti possono essere conclusi accettando ordini inviati sulle proposte indicate nella piattaforma, o utilizzando la funzione request for quote (RFQ). Questa funzione, nata per permettere ai partecipanti di trovare controparti per contratti di valore elevato, consente agli intermediari di ricevere attraverso un canale dedicato, proposte che i dealer normalmente non presentano sulla piattaforma. Inoltre, gli aderenti hanno la possibilità di concludere su MTS Repo un contratto bilaterale su cui si sono precedentemente accordati e che verrà regolato tramite la piattaforma.

    Inizio


  • Quali sono gli effetti delle emissioni dedicate all’operatività Repo sul debito pubblico?

    Le emissioni dedicate all’operatività Repo non hanno alcun effetto sulle disponibilità liquide del Tesoro e, fin quando rimangono nel portafoglio attivo, non costituiscono ulteriore debito, ai fini della rilevazione Eurostat.

    Inizio


  • Come viene trattata dal punto di vista contabile la conclusione di un contratto Repo?

    Nel momento in cui i titoli presenti nel portafoglio del Tesoro vengono utilizzati per concludere un contratto Repo il MEF rileva un debito per prestiti da istituzioni finanziarie.

    Inizio


  • Dove si possono trovare maggiori informazioni sull’operatività in Repo svolta dal MEF?

    Sul sito del Dipartimento del Tesoro alla sezione Debito Pubblico (www.dt.mef.gov.it/debitopubblico) è presente una sezione dedicata dove sono disponibili tutte le comunicazioni ufficiali e le statistiche che riguardano l’attività Repo svolta dal MEF.

    Per maggiori informazioni è inoltre possibile contattare il Dipartimento del Tesoro scrivendo alla casella di posta repo.desk@mef.gov.it.

    Inizio