Introduzione sezioneConsultazione pubblica concernente lo schema di decreto ministeriale recante l’attuazione delle norme contenute nell’art. 126 terdecies del decreto legislativo 1° settembre 1993, n. 385, come modificato dal decreto legislativo 15 marzo 2017, n. 37, e nei commi 132, 133 e 134 dell’articolo 1 della legge 4 agosto 2017, n. 124 sulla disciplina dei siti web per il confronto delle spese a chiunque addebitate dai prestatori di servizi di pagamento.

Consultazione pubblica concernente lo schema di decreto ministeriale recante l’attuazione delle norme contenute nell’art. 126 terdecies del decreto legislativo 1° settembre 1993, n. 385, come modificato dal decreto legislativo 15 marzo 2017, n. 37, e nei commi 132, 133 e 134 dell’articolo 1 della legge 4 agosto 2017, n. 124 sulla disciplina dei siti web per il confronto delle spese a chiunque addebitate dai prestatori di servizi di pagamento.

La consultazione pubblica riguarda nello specifico le disposizioni:

  • per l’attuazione dell’articolo 126-terdecies del decreto legislativo 1° settembre 1993, n. 385, inserito dall’articolo 1 del decreto legislativo 15 marzo 2017, che disciplina i siti web di confronto e che, al comma 3, prevede che con decreto del Ministero dell’economia e delle finanze, sentita la Banca d’Italia, siano individuate le caratteristiche dell’ente certificatore, la procedura di accreditamento che dovrà garantire il rispetto dei principi di imparzialità, indipendenza, correttezza e competenza, e i casi di giustificati motivi di esclusione di cui al comma 2, lettera m)
  • per l’attuazione dei commi 132, 133 e 134 dell’articolo 1 della legge 4 agosto 2017, n. 124, recante Legge annuale per il mercato e la concorrenza, in cui è previsto che siano individuati con decreto del Ministro dell'economia e delle finanze, di concerto con il Ministro dello sviluppo economico, sentita la Banca d'Italia, i prodotti bancari più diffusi tra la clientela per i quali è necessario assicurare un confronto tra le spese a chiunque addebitate dai prestatori di servizi di pagamento attraverso un apposito sito internet, nonché modalità e termini di funzionamento del sito stesso, senza nuovi o maggiori oneri a carico della finanza pubblica.

 

Si sottopone a consultazione lo schema di decreto al fine di acquisire valutazioni, osservazioni e suggerimenti da parte dei soggetti interessati.


Il termine per l’invio delle osservazioni è fissato al 27 giugno 2018.

Le osservazioni possono essere inviate al seguente indirizzo e-mail:
dt.direzione4.ufficio6@tesoro.it

La consultazione è curata dall’Ufficio VI – Direzione IV del Dipartimento del Tesoro.

I commenti pervenuti saranno resi pubblici al termine della consultazione, salvo espressa richiesta di non divulgarli. Il generico avvertimento di confidenzialità del contenuto della e-mail, in calce alla stessa, non sarà considerato una richiesta di non divulgare i commenti inviati.

Contenuti correlati