Introduzione sezione

Sono stati 123.717 i contratti conclusi per un controvalore pari a 5.711,308 milioni di euro

 

Questi i numeri della seconda emissione del BTP Futura, il primo titolo di Stato esclusivamente retail, con scadenza 8 anni, interamente dedicata a finanziare le spese dei provvedimenti varati per fronteggiare la crisi da Covid-19.

 

Nelle cinque giornate di collocamento, dal 9 novembre scorso ad oggi, dei 123.717 contratti conclusi sul MOT (il Mercato Telematico delle Obbligazioni e Titoli di Stato di Borsa Italiana), circa il 58 per cento è stato di importo inferiore ai 20.000 euro, mentre se si considerano i contratti fino a 50.000 euro, si arriva circa all’85 per cento del totale. Il taglio medio dei contratti è stato di 46.164,29 euro.

 

Per il titolo, che avrà godimento 17 novembre 2020 e scadenza il 17 novembre 2028, è fissata anche la serie dei tassi cedolari annui nominali definitivi, pagati su base semestrale, pari a 0,35% per i primi tre anni, 0,60% per i successivi tre anni e 1% per i restanti due anni di vita del titolo.

 

Il regolamento dell’operazione si terrà lo stesso giorno del godimento del titolo.

Contenuti correlati