Introduzione sezione

L’art. 32 del decreto legge n. 34/2020 (cd. “dl rilancio”) autorizza il Ministero dell’Economia e delle Finanze, su istanza motivata della società cessionaria e previa istruttoria di Consap Spa (che supporta il Ministero nella gestione dell’intervento), ad acconsentire alle modifiche del regolamento titoli o dei contratti delle operazioni di cartolarizzazione già ammesse o che saranno ammesse alla Gacs ai sensi dell’art. 20 del decreto legge n. 22/2019, convertito dalla legge n. 41/2019, finalizzate alla temporanea disapplicazione, per una o più date di pagamento intercorrenti tra il 19 maggio 2020 e il 31 luglio 2021, del meccanismo di subordinazione e di differimento dei pagamenti dovuti ai Servicer, condizionati ad obbiettivi di performance, come previsto al comma 1-bis dell’art 7 del decreto – legge n. 18/2016.

 

Tali modifiche non devono comportare un peggioramento del rating dei titoli senior e devono essere motivate dal rallentamento dell’attività di recupero in conseguenza delle misure normative introdotte per far fronte all’emergenza epidemiologica del COVID–19.
L’istanza non è richiesta per le operazioni ammesse alla Gacs prima dell’entrata in vigore del citato dl n. 22/2019, che, inserendo il comma 1-bis all’art. 7 del dl n. 18/2016, ha introdotto obbligatoriamente i citati meccanismi di subordinazione e di differimento dei pagamenti dovuti al servicer.

 

L’istanza deve essere inviata al Mef (all’indirizzo Pec dipartimento.tesoro@pec.mef.gov.it) e a Consap (all’indirizzo Pec fondogacs@pec.consap.it), che provvederà a fornire ai richiedenti le credenziali di accesso alla piattaforma Virtual Data Room (Vdr Gacs) per il caricamento della documentazione a supporto

Contenuti correlati