Introduzione sezioneDocumento Programmatico di Bilancio - DPB

Documento Programmatico di Bilancio - DPB

Il Documento Programmatico di Bilancio – Dpb è un documento programmatico previsto dal Regolamento UE n. 473/2013 nel quale i paesi dell’area dell’euro illustrano all’Europa, in forma sintetica e standardizzata, il proprio progetto di bilancio per l’anno successivo. Il Documento:

  • tiene conto delle revisioni dei dati di a consuntivo apportate dall’ISTAT,
  • spiega la motivazione di eventuali differenze rispetto alle stime del Programma di stabilità dell’Italia presentato nel mese di aprile,
  • illustra i provvedimenti della manovra di finanza pubblica proposta dal Governo per il conseguimento degli obiettivi programmatici e l’impatto sui conti pubblici e sulla crescita economica.

 

Il Documento Programmatico di Bilancio deve essere inviato alla Commissione Europea entro il 15 ottobre di ciascun anno. Entro il 30 novembre, la Commissione Europea adotta e presenta all’Eurogruppo un parere sul Dpb in cui valuta la conformità dei programmi di bilancio alle raccomandazioni formulate nell’ambito del Semestre europeo, nonché la congruità della manovra rispetto agli obiettivi programmatici indicati dallo ciascuno Stato membro. Il parere, per ogni singolo Paese e per l’area dell’euro nel suo complesso è reso pubblico, assicurando un alto grado di trasparenza. Nel caso in cui venga riscontrata una inosservanza particolarmente grave degli obblighi assunti nel Patto di stabilità e crescita, al Paese potrà essere chiesto di rivedere il proprio Dpb per tenere conto delle osservazioni formulate dalla Commissione.

 

Contenuti correlati