Introduzione sezione Prevenzione dell’usura: oltre 33 milioni di euro in garanzie statali per la concessione di prestiti a piccole e medie imprese e famiglie a rischio

Prevenzione dell’usura: oltre 33 milioni di euro in garanzie statali per la concessione di prestiti a piccole e medie imprese e famiglie a rischio

La Commissione interministeriale presieduta  dal Dipartimento del Tesoro ha assegnato 33,68 milioni di euro in garanzie statali per facilitare l’accesso al credito di imprese e famiglie a “rischio usura”, attraverso il Fondo per la prevenzione del fenomeno dell’usura - istituito presso il Dipartimento dalla legge 108 del 1996 e operativo dal 1998.

Il Fondo ogni anno viene rifinanziato con i proventi delle sanzioni amministrative per le violazioni della normativa antiriciclaggio e valutaria.

L’ammontare del Fondo è stato ripartito dalla Commissione interministeriale a seguito di una valutazione basata sulla combinazione di indicatori che tengono conto dell’indice del rischio usura presente nell’ambito territoriale dove opera l’ente assegnatario, dell’efficienza nell’utilizzo delle risorse dimostrata nel passato e della effettiva capacità di garantire l’accesso al credito.

L’importo verrà erogato tramite 91“Enti gestori”: 59 Confidi (consorzi di PMI), che riceveranno circa 23,6 milioni di euro e 32 Associazioni e Fondazioni impegnate nella lotta all’usura, che riceveranno circa 10,1 milioni.

Attualmente in Italia sono attivi 181 Enti in tutte le Regioni, tra Confidi, Associazioni e Fondazioni, abilitati ad erogare garanzie statali e che svolgono anche le funzioni di sportello di ascolto per chi è in difficoltà economica e di garanti presso gli istituti di credito per concedere liquidità a imprese e famiglie.

Nella brochure con l’elenco degli enti gestori del Fondo è possibile consultare, regione per regione, i contatti degli enti a cui rivolgersi per beneficiare delle garanzie statali sui prestiti.

 

Conenuti Correlati