Introduzione sezione Partecipazioni MEF: riassetto del Gruppo SACE

Partecipazioni MEF: riassetto del Gruppo SACE

Il Ministero dell’Economia e delle Finanze comunica che viene definito il riassetto del Gruppo Sace previsto dalla legge 13 ottobre 2020, n. 126, e in seguito all’accordo raggiunto tra il MEF, la Cassa Depositi e Prestiti S.p.A. e Sace S.p.A., e dal cosiddetto “Decreto Sace”.

 

L’operazione prevede il trasferimento da parte di Sace a Cdp della partecipazione detenuta in Simest S.p.A., pari al 76,005 per cento del capitale sociale, con pagamento per cassa, e il trasferimento da parte di Cdp al Mef della partecipazione detenuta in Sace, pari al 100 per cento del capitale sociale, con pagamento in titoli di Stato appositamente emessi.

 

Sono stati quindi emessi oggi titoli di Stato per un controvalore complessivo di oltre 4,2 miliardi di euro, comprensivo dei dietimi di interesse, che verranno trasferiti a CDP come contropartita del trasferimento al Mef della partecipazione detenuta in Sace e il cui valore è stato determinato con riferimento ai prezzi quotati sul mercato telematico MTS alle ore 12.00 di oggi.

 

Il prossimo 21 marzo il trasferimento da Sace a Cdp della partecipazione detenuta in Simest, e da Cdp al Mef di quella detenuta in Sace, si concluderà con il regolamento finanziario dell’operazione, con il trasferimento dei titoli di Stato a Cdp, e la girata e scambio dei certificati azionari.

 

Il riassetto così determinato consente alle società coinvolte di rafforzare la propria specializzazione produttiva e quindi perseguire al meglio la propria missione di sostegno allo sviluppo sostenibile del Paese e alla crescita delle imprese italiane.

 

Conenuti Correlati