Introduzione sezione BTP Italia, il Titolo di Stato che protegge dall’inflazione nazionale

BTP Italia, il Titolo di Stato che protegge dall’inflazione nazionale

 Btp Italia

 

Da lunedì 20 giugno a giovedì 23 giugno 2022 si è svolta la diciassettesima emissione del Btp Italia, il Titolo di Stato pensato per proteggere i risparmi dall’innalzamento dei prezzi.

 

I risparmiatori individuali e affini (cosiddetti retail) hanno potuto sottoscriverlo nelle giornate del 20,21 e 22 giugno. Il 23 giugno si è svolto il collocamento riservato agli investitori istituzionali.

 

 

Scheda quota partecipazione istituzionali e retail

 

QUALI SONO LE NOVITÀ DI QUESTA DICIASSETTESIMA EMISSIONE?

La principale novità è rappresentata dal doppio premio di fedeltà, pari all’1% complessivo del capitale nominale inizialmente sottoscritto, riservato solo ai risparmiatori retail che lo hanno acquistato nelle giornate di collocamento, ovvero fra il 20 e il 22 giugno.

 

In dettaglio: il premio intermedio, pari allo 0,4% del capitale nominale acquistato non rivalutato, spetta solo agli investitori individuali che hanno acquistato il Titolo durante l’emissione e lo conserveranno fino al termine dei primi quattro anni (28 giugno 2026); il premio finale, invece, pari allo 0,6% del capitale nominale sottoscritto non rivalutato, spetta a quanti hanno acquistato il  Btp Italia nei giorni del collocamento e lo conserveranno fino alla scadenza. Pertanto, il risparmiatore che ha acquistato il BTP Italia all’emissione e lo deterrà fino alla scadenza riceverà un premio complessivo pari all’1%.

 

SCHEDA CONFRONTO CONTRATTI E VALORI EMISSIONE

 

Le caratteristiche del titolo

Tranne il meccanismo del doppio premio il BTP Italia di questa nuova emissione conferma le sue caratteristiche. 

  • Rendimento collegato al tasso di inflazione nazionale con un tasso di interesse (reale) annuo minimo garantito, comunicato il 17 giugno e confermato il 23 giugno, pari all’1,60%
  • Cedole pagate ogni 6 mesi insieme con la rivalutazione del capitale maturata per effetto dell’inflazione 
  • Capitale garantito a scadenza
  • Tassazione agevolata come per tutti i Titoli di Stato al 12,5%
  • Nessuna commissione per i piccoli risparmiatori durante i giorni di collocamento
  • Garanzia per il retail di veder soddisfatta l’intera domanda richiesta
  • Taglio minimo acquistabile: 1.000 euro
  • Investimento non vincolato nel tempo

 

QUALI SARANNO I RENDIMENTI PREVISTI PER CHI HA SOTTOSCRITTO QUESTA EMISSIONE BTP ITALIA?

Il rendimento varia per ogni emissione.

 

Per il collocamento che è partito lunedì 20 giugno e si è concluso alle 12 del 23 giugno, il tasso cedolare (reale) annuo minimo garantito, comunicato dal Ministero dell’Economia e delle Finanze il 17 giugno, e confermato con comunicato dal Ministero dell’Economia e delle Finanze il 23 giugno prima dell’apertura della Seconda Fase ovvero del collocamento riservato agli investitori istituzionali, è stato è fissato all’1,60%.

 

Le cedole come sempre saranno pagate ogni 6 mesi.

 

Il rendimento finale del BTP Italia di questa diciassettesima emissione sarà dato dal tasso fissato il 23 giugno rivalutato al tasso di inflazione nazionale che sarà registrato per ogni semestre negli 8 anni di durata del titolo. Il tasso di inflazione di riferimento è l’indice FOI (Indice ISTAT dei prezzi al consumo per le famiglie di operai e impiegati, al netto dei tabacchi).

 

MODALITA' DI SOTTOSCRIZIONE DEL BTP ITALIA

È stato possibile sottoscrivere il Titolo, oltre che in banca o presso l’ufficio postale dove si detiene un conto titoli, anche direttamente online, attraverso il proprio home-banking se abilitato alla funzione di trading-online, senza quindi recarsi in filiale o presso gli uffici postali.

 

Il BTP Italia è stato collocato tramite la piattaforma elettronica MOT di Borsa Italiana, con il supporto di due banche dealers, Intesa sanpaolo S.p.A. e Unicredit S.p.A., e due co-dealer, Banca Akros S.p.A. e Iccrea Banca S.p.A. 

 

Il collocamento si è articolato in due fasi dedicate a due diverse tipologie di sottoscrittori potenziali.

 

La Prima Fase si è svolta in tre giornate da lunedì 20 giugno a mercoledì 22 giugno e come di consueto, è stata riservata ai risparmiatori individuali e affini (mercato retail). Non sono stati previsti limiti o tetti all’emissione. È stato possibile sottoscrivere titoli a partire da 1.000 euro.

Il codice ISIN che ha identificato il titolo durante la Prima Fase del collocamento è IT0005496994.

Il numero indice dell’inflazione calcolato alla data di godimento e regolamento del titolo è 109,72000.

La Seconda Fase di collocamento riservata agli investitori istituzionali si è svolta giovedì 23 giugno mattina.

Il codice ISIN del titolo relativo alla Seconda Fase è IT0005497000.

La data di godimento è il 28 giugno 2022 e la data di scadenza il 28 giugno 2030. Il regolamento dell’operazione si terrà lo stesso giorno del godimento del titolo.

 

I RISULTATI DELLA 17ESIMA EMISSIONE DEL BTP ITALIA

L’importo emesso pari a9.440,001 milioni di eurocoincide con il controvalore complessivo dei contratti di acquisto validamente conclusi alla pari sul MOT durante il periodo di collocamento, che è iniziato il giorno 20 giugno 2022 e si è concluso alle ore 12.00 del 23 giugno 2022.

In particolare, nel corso della prima fase del collocamento, dedicata a investitori individuali e affini e tenutasi dal 20 al 22 giugno 2022, sono stati conclusi 211.432 contratti per un controvalore pari a 7.260,503 milioni di euro.

Il 23 giugno, nella seconda fase dedicata agli investitori istituzionali, il numero delle proposte di adesione pervenute ed eseguite è stato pari a 238, per un controvalore emesso pari a 2.179,498 milioni di euro.

 

 

Tutte le comunicazioni sono reperibili anche sul sito Ministero dell’Economia e delle Finanze.

 

Ulteriori informazioni possono essere richieste tramite posta elettronica scrivendo a: btpitalia@mef.gov.it

 

 

BTP Italia

Conenuti Correlati